Bitcoin

Comprare Bitcoin – Come e dove investire in BTC

Trading Maggio 2022 Alessandro Silvestri
Comprare BTC

Investire in Bitcoin ed in criptovalute è rischioso, si consiglia sempre di documentarsi ed analizzare il mercato prima di comprare Bitcoin.

  • Simbolo
    BTC
  • Prezzo
    € 19.301,86 3,56%
  • Capitalizzazione di mercato
    € 368.381.664.569,76 
  • Rifornimento totale
    19.085.293 BTC
  • Variazione prezzo ultima ora
    1,15%
  • Variazione prezzo da ieri
    3,56%
  • Variazione prezzo ultima settimana
    -4,93%
  • Volume 24h
    € 20.001.422.662,96 
Comprare BTC

Investire in Bitcoin ed in criptovalute è rischioso, si consiglia sempre di documentarsi ed analizzare il mercato prima di comprare Bitcoin.

Alessandro Silvestri

"Comprare bitcoin come forma di investimento inizia ad essere una scelta maturata da risparmiatori ed istituzioni. Nel 2021 alcuni paesi hanno adottato bitcoin come moneta digitale avente corso legale, a conferma della grande espansione a seguito della bull run di inizio anno. La scarsità di bitcoin (solo 21 milioni di BTC) la rende da sempre paragonbile all'oro digitale ed è considerata un vero e proprio bene rifugio."

Introduzione a Bitcoin (BTC)

Bitcoin (BTC) è una token digitale utilizzato nella blockchain di bitcoin, la prima blockchain inventata da Satoshi Nakamoto nel 2008 per rivoluzionare il sistema dei pagamenti tradizionale ritenuto obsoleto e non afgidabile. Tutte le transazioni relative al trasferimento di Bitcoin sono scritte e salvate in maniera immutabile e non ripudiabile sulla blockchain di Bitcoin Il registro delle transazioni si chiama ledger, paragonabile al libro mastro in italiano. I bitcoin totali, sono circa 21 milioni, e non è possibile crearne di nuovi, questo rende Bitcoin paragonabile all’oro digitale.

In un trasferimento di fondi tradizionale, o transazione, un valore monetario fisso viene prelevato da un conto bancario e accreditato su un altro conto bancario. Quando Mario Rossi trasferisce 100 euro a Luigi Bianchi, l’impiegato della banca detrae 100 euro dal saldo del suo conto e li accredita sul conto di Luigi Bianchi.

Bitcoin e ledger distribuito

La stessa cosa accade in linea di principio con le transazioni. Un trasferimento di Bitcoin viene registrato nel libro contabile digitale, la blockchain di Bitcoin. Ora, la cosa speciale della blockchain è che nessun singolo impiegato della banca la gestisce, ma è memorizzata per intero su ogni computer all’interno della rete. Questo significa che gli utenti di Bitcoin non devono più affidarsi alle singole banche per gestire il loro denaro.

L’architettura decentralizzata della blockchain di Bitcoin non solo offre il vantaggio che le banche diventano superflue come intermediari, ma assicura anche un alto grado di trasparenza e sicurezza allo stesso tempo. Chiunque sia interessato può visualizzare pubblicamente il libro mastro delle transazioni in qualsiasi momento, i partecipanti alle transazioni sono identificati dai codici dei loro portafogli di Bitcoin, garantendo l’anonimato delle transazioni.

Bitcoin e immutabilità delle transazioni

Tuttavia, non tutti possono cambiare le transazioni a loro favore. Una transazione Bitcoin contiene, tra le altre cose, informazioni su chi ha ordinato una transazione, quanto deve essere trasferito in Bitcoin (BTC), quando questa transazione è stata ordinata e a chi deve essere inviato l’importo inviato. Questo pacchetto di informazioni viene compresso in cosiddetti blocchi da un algoritmo di crittografia. L’insieme di questi blocchi è chiamato blockchain, ossia il libro mastro di tutte le transazioni registrate sulla blochchain di bitcoin dal 2008 ad oggi.

Questo è particolarmente sicuro perché la blockchain di Bitcoin è crittografata. Un hacker dovrebbe prima decifrare il blocco della transazione più tutto lo storico delle transazioni per manipolare i dati della transazione a suo favore. Anche se un hacker riesce a violare un computer della rete decentralizzata Bitcoin, gli altri computer della rete avrebbero memorizzato la blockchain originale e potrebbero quindi rilevare il tentativo di manipolazione. Come conseguenza logica, il computer violato potrebbe essere immediatamente escluso dalla rete.

Registro delle transazioni di Bitcoin

Registro delle transazioni di Bitcoin

Bitcoin è stato originariamente progettato come un metodo di pagamento decentralizzato e un’alternativa al classico sistema bancario. A differenza dei trasferimenti bancari internazionali di allora, era più economico e veloce. Un ulteriore vantaggio per i commercianti era che una transazione è irreversibile ed immutabile, e la blockchain garantisce la non ripudiabilità delle transazioni.

In alcune parti del mondo, i Bitcoin sono un modo più efficiente ed economico per trasferire denaro attraverso i confini. Molti utenti apprezzano anche lo pseudo-anonimato che la blockchain offre loro. Tuttavia, i vantaggi di Bitcoin in termini di costi e velocità stanno diventando sempre più risicati rispetto ad altre blockchain con una migliore tecnologia e scalabilità che si stanno gradualmente affermando nel mercato crypto.

Come funziona Bitcoin

Le transazioni nella rete Bitcoin sono verificate dai minatori utilizzando l’algoritmo proof-of-work, che Bitcoin ha introdotto in maniera innovativa per risolvere il problema del consenso tra nodi in una rete distribuita come la blockchain di bitcoin. In media, la conferma di una transazione richiede circa 10 minuti. In realtà, però, può richiedere molto più tempo. Questo è dovuto alla grande quantità di transazioni che i minatori possono difficilmente gestire. Gli utenti devono pagare di più o accettare tempi di attesa più lunghi per le loro transazioni. Capita infatti frequentemente che gli importi più piccoli siano messi in coda per più tempo per la convalida del blocco.

Il risultato è una mancanza di scalabilità, anche questo aspetto tecnicamente ha impedito alla criptovaluta di essere adottata come mezzo di pagamento per l’uso quotidiano. Come Ethereum e altre criptovalute con lo stesso problema, anche Bitcoin sta cercando di aumentare la scalabilità con vari approcci per essere in grado di garantire una maggior tasso di convalida delle transazioni.

Cosa è il bitcoin mining

Il mining di Bitcoin è il processo con cui vengono generati i bitcoin. Il mining assicura principalmente che i trasferimenti in Bitcoin siano scritti nel registro distribuito delle transazioni. Chiunque nel mondo può scaricare il software di Bitcoin e farlo girare sul proprio PC, iniziando a fare mining di Bitcoin e ricevendo come ricompensa i Bitcoin stessi. I Bitcoin sono pagati come ricompensa quando viene calcolato un blocco di transazione della blockchain Bitcoin. Attualmente, 12,5 bitcoin sono pagati come ricompensa per ogni blocco di transazione generato. Questo corrisponde attualmente a un valore equivalente di 100.000 dollari. Nel 2020, questa ricompensa è stata dimezzata, tecnicamente si parla di Bitcoin halving.

I blocchi di transazioni della blockchain di Bitcoin sono calcolati da un cosiddetto algoritmo di hashing. Un algoritmo di hashing funziona con una funzione hash, prende in input una stringa arbitraria e ritorna in output una stringa casuale, derivante dalla prima, ma con la particolarità che non si può risalire all’input partendo dall’output. L’algoritmo di hashing prende le informazioni sulle transazioni, effettua la cifratura, le concatena all’ultimo blocco della blockchain assegna a un hash.

Bitcoin hashing

Nel caso di una transazione Bitcoin, il valore di hash all’interno della blockchain è il conto del destinatario, il cosiddetto portafoglio Bitcoin. Più potenza di calcolo fornisce un computer, più velocemente può applicare effettuare questo processo. Per questo negli ultimi decenni le schede video sono state spesso utilizzate per il bitcoin mining, perché rispeto ad una CPU tradizionale di un computer, effettuano calcoli matematici più velocemente, arrivando anche a terahash al secondo.

Bitcoin mining hash rate

Bitcoin mining hash rate

C’è da dire che minare Bitcoin dal proprio computer di casa non vale più la pena. Nel frattempo, si sono sviluppate intere aziende specializzate nel bitcoin mining con potenza di calcolo aggregata impressionante e che col tempo hanno accelerato il processo di mining tanto da far aumentare in maniera esponenziale la cosiddetta “difficoltà” all’interno della rete. Se la difficoltà è bassa, l’algoritmo deve elaborare meno dati per generare un blocco. Se la difficoltà aumenta, un minatore deve usare più potenza di calcolo per poter generare un blocco.

Nel frattempo si è evoluto anche il fenomeno del cloud mining, che offre alle parti interessate la possibilità di acquistare potenza di calcolo per estrarre bitcoin. Per ottenere più monete, i minatori di solito si uniscono a un pool di minatori. In un mining pool, la potenza di calcolo di tutti i computer del pool è combinata e utilizzata per estrarre i Bitcoin e i bitcoin generati sono divisi tra i partecipanti.

Comprare Bitcoin

Per comprare Bitcoin, è necessario passare attraverso i seguenti passi:

    • Scegliere una piattaforma di trading adatta
    • Scambiare denaro FIAT, come gli euro, con Bitcoin.
    • Depositare Bitcoin in un portafoglio sicuro
    • Rivendere il Bitcoin acquistato in un exchange (si spera con un profitto) oppure in alternativa tenerli sperando che il prezzo possa continuare ad aumentare.

Vuoi comprare Bitcoin e poi holdare i tuoi BTC nel tuo wallet o sei più interessato ai movimenti di prezzo e al trading attivo? Nel seguente articolo, entriamo più in dettaglio su come e dove puoi comprare Bitcoin. Nel farlo, elenchiamo vari exchange e piattaforme di trading dove è possibile investire in Bitcoin. Ti consigliamo di dare un’occhiata più da vicino alle piattaforme prima di scegliere un exchange. Gli exchange più noti e conosciuti dovrebbero sempre essere preferiti alle piattaforme più piccole e sconosciute.

Comprare Bitcoin tramite un broker di criptovalute

I broker di criptovalute ti permettono di comprare facilmente Bitcoin senza avere a che fare con un complesso software di trading o con la tecnologia blockchain nei dettagli. Allo stesso modo, i broker di cripto (a differenza degli exchange) sono soggetti ad una stretta regolamentazione da parte degli enti regolatori vigenti nei singoli Paesi in Europa ndel mercato finanziario. A seconda del broker, è possibile investire in Bitcoin in modi diversi. Sulla piattaforma di eToro, ad esempio, si possono comprare Bitcoin che sono depositati in un wallet al quale solo tu puoi accedere dal tuo conto.

E’ possibile operare comprare Bitcoin con leva, tuttavia, se si decide di effettuare queste operazioni con più alto tasso di rischio, non si tratta più di  comprare criptovalute fisiche, ma si fa trading con i cosiddetti CFD su Bitcoin. Altri broker offrono anche il trading di CFD su Bitcoin, un CFD Bitcoin è un tipo di titolo che riflette il prezzo del BTC, di conseguenza gli investitori non possiedono alcun BTC fisico. Tuttavia, come investitore si realizza un guadagno in base alle quotazioni della criptovaluta. Un particolare vantaggio di un CFD è la possibilità di controllare l’investimento attraverso la leva finanziaria. Di conseguenza, gli investitori possono acquistare un prodotto con un moltiplicatore definito e quindi aumentare l’opportunità, ma anche il rischio.

Bitcoin commissioni

I modelli di commissioni dei broker di criptovalute differiscono dagli exchange in quanto non ci sono commissioni di transazione. Invece, i broker guadagnano soldi con l’aiuto degli spread, ossia i diversi tassi di acquisto e di vendita. Lo spread per l’acquisto di Bitcoin, per esempio, è dello 0,75%. Facendo un esempio supponiamo di comprare Bitcoin per un valore di 10.000 euro. SI pagherà un totale di 7,50 € in commissioni per l’acquisto di 1.000 € in Bitcoin. Se si effettuano operazioni di trading con leva, si deve prestare attenzione alle commissioni overnight, ossia alle commissioni per mantenere la posizione aperta.

Bitcoin regolamentazione e verifica

I broker di criptovalute in Italia sono generalmente soggetti alle linee guida delle autorità di vigilanza finanziaria CONSOB o CySEC (UE). In ogni caso, condizione necessaria è la verifica della vostra identità quando vi registrate con un broker, questo per prevenire operazioni di riciclaggio e fornire tutti gli strumenti a garanzia del servizio verso l’utente finale.

Comprare Bitcoin su un exchange di criptovalute

Se ci mettiamo nei panni di chi vuole investire in Bitcoin a lungo termine, la piattaforma migliore per comprare Bitcoin è un exchange di criptovalute. Con la vasta scelta di exchange in circolazione, è prima necessario essere in possesso di un portafoglio di Bitcoin in cui si possano depositare Bitcoin. Si può utilizzare qualsiasi portafoglio software per questo, ma si raccomandano un portafoglio hardware.

È importante notare che siete gli unici a gestire in prima persona il portafoglio di Bitcoin, se dimenticate la vostra chiave privata o avete un errore di battitura negli indirizzi, tutto il contenuto del wallet bitcoin diventa inutilizzabile e nessuno potrà mai accedervi. Sono tantissimi i casi in cui persone che hanno investito in Bitcoin anni fa e non hanno mantenuto la password del loro wallet, ora potrebbero avere una fortuna ma non riescono ad accedere ai propri fondi e quindi poter prelevare i propri Bitcoin.

Bitcoin deposito e prelievo

I principali metodi di deposito sono:

  • Trasferimento bancario (SEPA)
  • Carta di credito
  • Trasferimento di criptovalute

Le criptovalute come metodo di acquisto Bitcoin sono ovviamente adatte solo agli investitori che sono già entrati nel mercato delle criptovalute. Depositare Bitcoin con carta di credito è probabilmente il modo più semplice per comprare Bitcoin per chi decide di investire in Bitcoin. Tuttavia, non bisogna dimenticare le commissioni a volte elevate – spesso si paga più del 3% dell’importo della transazione in commissioni.

Bitcoin verifica

Molti scambi di criptovalute non sono ancora regolamentati. Per prevenire il riciclaggio di denaro e l’evasione fiscale, un controllo KYC (Know-Your-Customer) e AML (Anti-Money-Laundering) viene solitamente completato quando si registra uno scambio. Generalmente i documenti richiesti per la verifica dell’identità sono carta d’identità o passaporto. Ti consigliamo di scegliere un exchange che aderisce a questi requisiti, poiché c’è meno rischio che i fondi depositati vengano congelati da un’autorità di controllo fiscale.

Bitcoin regolamento

Oggi, siamo ancora nelle prime fasi delle criptovalute, basti pensare che nessuno dei principali exchange di criptovalute si trova in Italia. Si consiglia di comprare su una piattaforma di trading regolata da un’autorità di vigilanza dei mercati finanziari, in Italia è la CONSOB.

Vale la pena comprare Bitcoin?

Uno sguardo all’andamento del prezzo del Bitcoin illustra l’enorme sviluppo del valore della criptovaluta. Dal 2012, la moneta digitale ha registrato una crescita significativa. Mentre nel 2102 il prezzo di un BTC era ancora nell’ordine di dollari a una cifra, nel 2013 era già quotato a più di 100 dollari. A fine 2013, un BTC era già quotato a quasi 1.000 dollari USA. In seguito, il prezzo del Bitcoin ha ristagnato ed è stato in grado di registrare una nuova tendenza al rialzo solo dalla metà del 2015. Questo sviluppo è continuato fino alla fine del 2017, quando il Bitcoin ha sfiorato temporaneamente la soglia dei 20.000 dollari.

Se valga la pena comprare Bitcoin non è una domanda facile, ed è per questo che un approccio molto analitico è doveroso in questo mercato in continua evoluzione. Purtroppo, è chiaro che la mancanza di regolamentazione sta danneggiando le criptovalute in generale. Ad oggi, non esiste una classificazione chiara nel mondo finanziario.

Bitcoin volatilità e circolante

Inoltre, alcuni analisti del panorama cripto credono che il mercato stia per crollare. Al contrario, altri esperti credono che Bitcoin possa battere nuovi record in futuro perché la tecnologia è ampiamente utilizzata. Alla fine del 2020, è diventato chiaro che il mercato ha riconosciuto il potenziale di Bitcoin come riserva di valore. Già nel Novembre 2020, Bitcoin è stato in grado di superare il suo precedente massimo storico.

Nel gennaio 2019, il prezzo di un BTC era ancora intorno ai 3.200 dollari USA. A metà dell’anno, sono stati raggiunti nuovamente importanti livelli di prezzo di oltre 12.500 dollari USA. L’alta volatilità del bitcoin è una delle caratteristiche della criptovaluta da tenere in considerazione assolutamente se si è interessati a fare trading. Inoltre, la rete Bitcoin continua a mostrare una tendenza positiva, dato che l’hashrate continua a salire. Di conseguenza, i minatori possono convalidare le transazioni in un periodo di tempo più breve.

La moneta ha ancora un enorme potenziale di crescita – gli esperti vedono un potenziale di crescita fino a 100.000 dollari nel 2021. A lungo termine, gli esperti stimano che Bitcoin può raggiungere un prezzo di 400.000 dollari USA. In particolare, la limitazione della quantità di BTC a 21 milioni può garantire la crescita del valore a lungo termine.

Previsione e sviluppo del prezzo di Bitcoin

Bitcoin prezzo

Bitcoin prezzo

Molti investitori si stanno chiedendo se dovrebbero comprare Bitcoin o preferire altri investimenti. Dal nostro punto di vista, un investimento nella più grande criptovaluta è decisamente giustificato. L’hashrate della rete raggiunge continuamente nuovi massimi e di conseguenza, l’interesse per la criptovaluta rimane alto. Inoltre, sempre più investitori istituzionali stanno iniziando a comprare Bitcoin. Molti esperti si aspettano che Bitcoin raggiunga nuovi record nei prossimi anni.

Al momento, la moneta si trova in una posizione di mercato interessante. Dopo tutto, Bitcoin è stato in grado di superare il suo precedente valore record solo pochi mesi fa a Novembre 2020. La limitazione della moneta incide fortemente sull’aumento dei prezzi, poiché la blockchain ha un limite tecnico a 21 milioni di BTC e dconseguenza, il valore dei token rimanenti si presuppone possa aumentare con il tempo.

Dopo un anno di crescita continua fino a fine 2021, nel Maggio 2022 Bitcoin ha subito una brusca normalizzazione, in coda a quello che è stato un forte calo dei principali titoli tecnologici come Netflix, Tesla e Amazon. In questa fase, con un prezzo di Bitcoin che è sceso a livelli che non si vedevano da oltre un anno, molti investitori hanno avuto l’occasione di investire in Bitcoin e comprare Bitcoin ad un prezzo molto basso, sperando in una successiva ripresa del mercato tecnologico e delle criptovalute.

Investire in Bitcoin pro e contro

Tuttavia, vorremmo anche affrontare i rischi di un investimento in Bitcoin. Il valore della valuta può cadere bruscamente o mostrare un’alta volatilità. Inoltre, altre criptovalute possono prevalere su Bitcoin e può perdere rilevanza come mezzo di pagamento o come investimento a lungo termine. Basti pensare che anche una regolamentazione avversa verso il settore delle criptovalute potrebbe anche portare a un calo del prezzo.

Analizzando il prezzo del Bitcoin e facendo dell’analisi tecnica sui grafici di Bitcoin negli ultimi anni, si noterà che il prezzo del Bitcoin ha buoni indicatori ed il grafico, che è stato creato sulla base dell’analisi di regressione logaritmica, prevede quindi entro un certo intervallo di confidenza uno sviluppo del prezzo di oltre 100.000 dollari nei prossimi 4-5 anni. Non si può prevedere se questo comportamento si verificherà in futuro o se l’andamento possa confermare questa ipotesi, in ogni caso è doveroso continuare a seguire Bitcoin con grande interesse.

La più grande criptovaluta, il Bitcoin, può essere acquistata tramite i cosiddetti exchange di criptovalute. Per gli investitori che sono particolarmente interessati alle fluttuazioni del prezzo del Bitcoin, i broker CFD offrono uno strumento adatto con il quale si può anche fare trading utilizzando la leva.

Le opzioni di deposito variano a seconda della piattaforma di trading. In linea di principio, tuttavia, tutte le opzioni di deposito importanti come il trasferimento bancario, la carta di credito o PayPal sono offerti.

Ci potranno essere un massimo di 21 milioni di Bitcoin. Attualmente non si è raggiunto questo numero. Non è possibile modificare questo importo, il numero di Bitcoin è immutabile ed è quindi impossibile anche generare fenomeni di inflazione. A causa della sua scarsità, è spesso paragonata all’oro digitale.

Il prezzo del Bitcoin dipende da diversi fattori, in primis la sua scarsità. All’inizio, molti vedevano in Bitcoin il mezzo di pagamento del futuro. Nel frattempo, però, Bitcoin è diventato una specie di oro digitale. In particolare, la limitazione a 21 milioni di BTC e il crescente interesse istituzionale forniscono un’influenza positiva sul valore del Bitcoin.

L’inventore di Bitcoin è Satoshi Nakamoto. Questo è uno pseudonimo, il nome del vero sviluppatore non è ancora noto. Da quando il whitepaper di Bitcoin è stato pubblicato, diversi sviluppatori hanno rivendicato lo pseudonimo ma non c’è stata ancora nessuna conferma della vera identità

Il prezzo di un Bitcoin era di 0,0008 dollari USA, e corrispondeva ai costi di produzione per estrarre un Bitcoin da parte dei miner.

I sistemi monetari tradizionali sono sotto il controllo della rispettive banche centrali. Una criptovaluta decentralizzata, per sua natura, non è sotto alcun controllo e tutte le transazioni sono verificate dai nodi e poi memorizzate in blocchi visibili pubblicamente.

Se si vuole comprare Bitcoin o un’altra criptovaluta, si acquista l’unità di una valuta in forma puramente digitale. Non è memorizzata sul vostro smartphone, almeno non nel vero senso della parola. Il Bitcoin o il suo pezzo rimane sempre nella blockchain distribuita globalmente. Come acquirente, tuttavia, si acquisisce il diritto esclusivo di disporre di esso e di trasferire e commerciare Bitcoin.

In Italia, si può comprare Bitcoin (BTC) e altre criptovalute come Bitcoin Cash (BCH). Il commercio di Bitcoin, Ethereum, Litecoin e altre criptovalute è una transazione tra acquirenti e venditori. Le condizioni legali per il trading esistono solo per le piattaforme di trading e per gli exchange di criptovalute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.